Corinaldi, Lia Bianca

http://dati.cdec.it/lod/shoah/person/IT-CDEC-EACCPF0001-000112 an entity of type: Person

Corinaldi, Lia Bianca 
Corinaldi Lia in http://www.metarchivi.it/biografie/p_bio_vis.asp?id=546 
Archivio CDEC, Fondo antifascisti e partigiani ebrei in Italia 1922-1945, b. 5, fasc. 95 
27/12/1904 
voce di indice 
partigiano 
salvato 
Insegnante di filosofia e pedagogia 
19041227 
1989 
Torino 
Laureata in Filosofia e Storia dell'Arte 
 
Riccardo Corinaldi 
 
Levi 
Margherita Levi 
Italiana 
Avvocato 
Lia Corinaldi nasce a Torino il 27 dicembre 1904, figlia di Riccardo, avvocato, e di Margherita Levi. Si laurea in filosofia nel 1929 e inizia l'insegnamento nel 1930. Il 24 dicembre 1938 viene dispensata dal servizio di insegnante dalle scuole pubbliche in seguito all'introduzione delle leggi razziali; prosegue comunque la propria attività didattica presso il Liceo ebraico di Torino fino alla sua forzata chiusura nel 1940. Dal 1941 è costretta alla clandestinità ma continua, sotto il falso nome di Lucia Eulalia Cosentino, l'insegnamento privato presso l'Istituto Saracco. Militante attiva nei Gruppi di difesa della donna, si iscrive nel 1943 al Partito Comunista Italiano, di cui è rappresentante nell'Organizzazione sanitaria clandestina e nel C.L.N. scuola per il Piemonte. Dal 1945 riprende l'insegnamento a Torino. Responsabile della Commissione scuola della Federazione torinese del PCI e dirigente sindacale della scuola, fa parte del direttivo della Federazione comunista torinese. Responsabile regionale dell'Adssn e dell'Adesspi, è tra i fondatori dell'Unione culturale di Torino, militante attiva del Centro popolare del libro del Cogidas e poi del Sindacato scuola Cgil. Muore a Torino nel 1989. Carte relative a Lia Corinaldi sono conservate anche nel fondo "Giorgina Arian Levi".  
Corinaldi 
Lia 

data from the linked data cloud

DATA

Licensed under Creative Commons Attribution 3.0 International (CC BY 3.0)